Grazie alla sottoscrizione di un protocollo d’intesa, molto presto la metodologia della signora Cuomo,  one – to – one, sarà attuata anche nel Benin. Prima, però, si provvederà alla costruzione di una scuola con il sostegno di UPLI (Unione nazionale Pro Loco d’Italia), incostieraamalfitana.it. Alla sottoscrizione del protocollo ha presenziato Sergio Cuomo, presidente di Mentoring USA – Italia e mrs Matilda Raffa Cuomo, in Italia per Youfilmaker, festival internazionale del corto giovanile dedicato a suo marito Mario Cuomo, scomparso di recente. Giuseppe Gambardella, console del Benin dal 2011 a Napoli, ritiene “sia un dovere dei paesi più ricchi di aiutare concretamente i paesi più deboli. E’ solo con la cultura che un popolo può migliorare le proprie condizioni.

E’ assurdo pensare che da noi ci siano bambini che non vogliono andare a scuola e in Benin per andarci sono costretti a  percorrere 20 chilometri a piedi e si è già fortunati perchè le scuole sono pochissime. E’ vero che da noi c’è la povertà ma lì c’è la miseria”. Mrs Cuomo ha ribadito rifacendosi a dell parole che suo padre soleva spesso ripeterle “che  tutto il mondo è paese e i ragazzi in difficoltà vanno aiutati e sostenuti dagli adulti. Loro sono il nostro futuro e non possiamo permettere che il nostro futuro sia sinonimo di arretratezza. Bisogna impegnarsi a migliorare e impedire che si possa regredire”.

Related Post