PROGRAMMA MENTORING

Si basa su un principio fondante la relazione umana: la costruzione e lo scambio di conoscenze, competenze dall’adulto -il mentore- al minore -il mentee. Gli interventi sono personali su ogni minore coinvolto e considerano significativi tutte quelle modalità comunicative che vedono l’adulto educatore nel quotidiano e in modo non formale; in tal senso ha ragione di esistere in questa relazione speciale la presenza del volontario (risorsa della comunità) portatrice di esperienze altre rispetto a quelle che il bambino può esperire a scuola e in famiglia. La relazione esclusiva è fonte di arricchimento per entrambe le figure: il mentee ha uno spazio personale di rielaborazione dei propri vissuti e pensieri attraverso il mentore che – a sua volta- riceve rinforzo sulla dimensione personale, sulla crescita e sul rivisitare il proprio passato in funzione delle sollecitazioni del più giovane. Il luogo deputato alla crescita nella relazione è la Scuola: spesso il minore è proprio lì che sperimenta la sofferenza e il senso di inadeguatezza verso un’istituzione che gli chiede di superare delle prove, per le quali non si sente di essere in grado.

Mese dopo mese sedimenta in lui una sorta di impotenza appresa che, come una profezia che si avvera, lo fa convincere di non essere portato agli studi. Il mentore in tal senso può essere un reale agente di cambiamento dei pregiudizi che il mentee ha su se stesso e sulle possibilità di superare le difficoltà della vita. Per avere un effetto duraturo nel tempo, occorre operare su ogni minore coinvolto almeno per un biennio. Il principale risultato che si vuol raggiungere nel mentee, è un senso di auto efficacia percepita, che gli permetta di imparare dagli errori e dai propri successi, senza essere condizionato dal mentore nelle sue decisioni, semmai spronato a ipotizzare tanti percorsi percorribili finalizzati alla propria autostima.

programma1 programma2 programma3 programma4 programma5 programma6 programma7 programma8







Scarica l'intera presentazione delle schede qui